Ma tu, lo sai a memoria il suono del mondo?

il suono del mondo a memoria 6
Il suono del mondo a memoria ❤❤❤

Scrivi, correggi, pensa, osserva e decidi. Sono queste le tappe che mi stanno aiutando a trasformare il blog in ciò che voglio sia. Oggi una nuova recensione, ma con una piccola differenza: dal momento che le recensioni scritte in maniera impersonale, rimangono comunque frutto – se togliamo gli aspetti oggettivi di un’opera – di un gusto personale, in questo caso il mio, ho deciso di eliminare la didascalia finale. Meno etichette, che potete trovare ovunque quando leggete recensioni, e più dettagli secondo il mio modo di respirare i libri.

Ma ciancio alle bande!

il suono del mondo a memoria 1
Il suono del mondo a memoria ❤❤❤

Il suono del mondo a memoria. Una graphic novel dai toni nostalgici. Pagine su pagine di parole a ruota libera senza però emettere un suono. Il protagonista, infatti, per tutta la durata della narrazione, non parla con nessuno ma pensa convulsamente a tutto.

L’autore è riuscito a mettere in scena ciò che di solito accade nella nostra mente: una spinta incontrollata dei nostri pensieri che sgomitano per passare  da un fotogramma all’altro, vagando in qualche punto del nostro cervello e, proprio di fotogrammi si tratta; Sam scatta delle fotografie, e invece di riguardarle immediatamente nello schermo della sua fotocamera, chiude gli occhi e le osserva dentro di lui, in un luogo protetto dagli altri e accessibile solo al suo legittimo proprietario.

il suono del mondo a memoria 3
Il suono del mondo a memoria ❤❤❤

Sam e Jorge si conoscono dai tempi del liceo, la loro amicizia li porta a fondare una rivista che nel giro di sei anni diventa un settimanale cartaceo e un quotidiano on line con dei dipendenti e perfino dei collaboratori esterni. In dieci anni il giornale cresce ancora e il loro entusiasmo rimane costante. Sam si occupa principalmente di fotografia: il più grande amore della sua vita, anche se per colpa sua, tutte le sue relazioni naufragano, compresa l’ultima, insieme alla consapevolezza che ‘lei’ era quella giusta. Jorge, il suo editor, è l’unica persona con cui il protagonista può comunicare. Il gioco prevede che Sam viva a New York per due mesi, senza parlare con nessuno e senza mangiare nello stesso posto per più di due volte, scrivendo nel frattempo un articolo che riguardi questa avventura.

il suono del mondo a memoria 4
La meraviglia di questo disegno?

Una sfida che aiuta il protagonista a non pensare alla su ex, ma al tempo stesso disorienta il lettore che comincerà a capire qualcosa di quello che succede, a testo inoltrato.
New York viene dipinta come un’entità viva, pulsante; ma della città vera e propria, al lettore appaiono solo tanti disegni d’insieme, perché le reali protagoniste della graphic novel sono le elucubrazioni mentali del protagonista e poi, sì insomma, quella ragazza con i capelli rossi… Ma non vi dirò di più, perché il gusto e la stramberia sono tutti in quei capelli rossi…Definirei questa storia un viaggio nella mente di Sam fino a metà libro, per trasformarsi più avanti in una camminata lenta nel cuore, di chi? Leggetelo e lo capirete.

Il mutismo dietro il quale si trincera Sam è piacevole, ogni disegno riesce a esprimere il disagio e al tempo stesso il divertimento dietro un gesto consapevole (quello di non parlare con anima viva) che punta in una direzione.

Un esperimento che, come tutti gli esperimenti, non potrà regalare nessuna certezza sul risultato finale, ma lo mostrerà disegno dopo disegno.

La caoticità di New York, le pietanze, la luce che si riflette sui palazzi e sulle persone e il senso di smarrimento del protagonista, sono gli aspetti che maggiormente escono fuori e che colpiscono.

Giacomo Bevilacqua usa la luce in una maniera così sicura che i disegni danno l’emozione di un raggio di sole in primavera.

Ho apprezzato meno, i ritratti di Sam e degli altri protagonisti. Ho notato una certa rigidità e una scarsa trasmissibilità delle emozioni soprattutto di Sam che l’autore ha abbondantemente compensato con i dettagli di contorno.

Qui sotto potete leggere la dedica in prima pagina e per quanto mi riguarda, vale la pena comprarlo, già solo da queste parole.

Link al libro: Il suono del mondo a memoria

Ja ne!

Romina

il suono del mondo a memoria 5
Il suono del mondo a memoria ❤❤❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...